Che cosa è il bene comune

Riporto qui la definizione di Bene comune trovata su un opuscolo rivolto ai ragazzi preparato da Arpa Piemonte che brilla per chiarezza e incisività.


Che cos’è un “bene comune”? È un insieme di risorse che la comunità condivide, e che amministra e utilizza secondo un principio di collaborazione e di reciproca dipendenza. Il pianeta è la somma di infiniti “beni comuni”: l’acqua delle fonti, dei fiumi, delle falde, ma anche i pesci nell’acqua, l’aria, l’infinita varietà di odori, colori, sapori, forme, suoni, le notti stellate, il tempo, lo spazio,il silenzio. Per noi esseri umani sono beni comuni la fiducia reciproca, le nostre relazioni, la conoscenza, la memoria,le storie, i saperi antichi, il rispetto, l’aiuto disinteressato, la cooperazione, la poesia, la musica, l’arte, i riti, gli affetti, gli incontri, la voglia di comunicare, i linguaggi…I beni comuni sono di tutti e di nessuno. Non ce ne possiamo appropriare. Purtroppo, però, i beni comuni possono essere deturpati, o essere considerati non come “ciò che è buono”in sé, che deve essere quindi accuratamente tutelato e fraternamente condiviso, ma come un “bene” che si può possedere. La “tragedia dei beni comuni” consiste proprio nel fatto che il cattivo utilizzo individuale di una risorsa può comportare l’estinzione di un bene della collettività. L’acqua può essere venduta in bottiglia 1.000 volte più cara di quella del rubinetto, il cielo può essere oscurato dall’inquinamento atmosferico e luminoso, il silenzio può essere cancellato dall’inquinamento acustico, la vita sociale può diventare competizione, ingiustizia, insicurezza.

Aggiungo all’ottima definizione sopra riportata: se mento, inquino il bene comune della fiducia interpersonale nella mia scuola, azienda, città. Se denigro, inquino l’atmosfera di rispetto reciproco.

Desta stupore la straordinaria somiglianza tra ambiente fisico e relazionale nell’ottica della cura del bene comune. La sensibilità per uno dei due ambienti aiuta a capire meglio l’importanza della cura dell’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.